Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Una porta sull’ignoto


di Emy Dell'Aquila

Cari amici e amiche

riprendiamo il nostro viaggio nei misteri che ci circondano aprendo una porta verso l’ignoto: La telescrittura. Si tratta di una pratica esoterica che ci permette di incamminarci verso orizzonti sterminati. Ma con qualche rischio.

 

Una giornata in campagna, tanti amici davanti al caminetto, le ore scorrono allegre, piene di aneddoti da raccontare, di storie da confidarsi. Poi calano le ombre delle sera e qualcuno, scherzando, osserva che sarebbe proprio la serata adatta per PARLARE DI FANTASMI. Fuori dalle finestre le ombre degli alberi che si piegano agitati dal vento. Qualcun altro osserva che sembrano anime disperate che chiedono aiuto.

“ Perché non facciamo il gioco del piattino?”, propone una ragazza, animandosi. E’ un coro di assensi. L’atmosfera è quella giusta. Subito è tutto un agitarsi per procurare il materiale necessario: UN GRANDE FOGLIO DI CARTA, UN PIATTINO CON UNA FRECCIA DISEGNATA SOPRA, UN PENNARELLO CON CUI SCRIVERE LETTERE, NUMERI, UN GRANDE SI E UN ALTRETTANDO NO sul cartellone dispiegato, e sono pronti per cominciare. Quello che questi ragazzi stanno affrontando come un gioco divertente in realtà non è un passatempo, si chiama TELESCRITTURA.

“ Telescrittura è un neologismo coniato intorno al 1940 da Salvatore Occhipinti, che fece esperimenti per molti anni in questo campo. In seguito sarà suo figlio Luigi a proseguire le ricerche del padre, in chiave soprattutto parapsicologica. Infatti, egli precisa che le conclusioni a cui è pervenuto sono il risultato di un’ esperienza durata quarant’anni, che iniziò partendo dall’ipotesi spiritica. In seguito, egli maturò, invece, la convinzione che non solo non è necessario fare ricorso a tale ipotesi per una spiegazione razionale, ma che il fenomeno, anzi, rientrerebbe nella telepatia, chiaroveggenza, retro e precognizione. Nel corso corso degli anni la famiglia Occhipinti produsse, tramite telescrittura, una mole imponente di romanzi, commedie, poesie, comunicazioni extrasensoriali. Tutto avveniva con la massima semplicità e spontaneità. Nel loro caso sembra proprio che fosse l’inconscio degli sperimentatori ad agire, coadiuvato da indubbie facoltà paranormali.  La telescrittura, però, si era affermata cento anni prima, intorno alla metà del diciannovesimo secolo, con mezzo di comunicazione con i trapassati. E ancora oggi viene di solito usata da medium apprezzati quale strumento indispensabile per ottenere informazioni esatte e riscontrabili dall’aldilà. Continua…




non ci sono commenti


 
22/06/2022 - Vedere nel futuro -
28/05/2022 - VIAGGIARE NEL TEMPO -
26/04/2022 - Viaggi impossibili -
28/03/2022 - La telepatia è difficile da controllare -
02/03/2022 - Gerard Croiset Sensitivo -
08/02/2022 - Nssuno possiede la facoltà PK -
09/01/2022 - Percezioni extrasensoriale, ), PK e SP -
17/12/2021 - viaggio nella rabdomanzia -
07/11/2021 - Rosemary Brown, di Londra -
22/10/2021 - Scrittura automatica -
23/09/2021 - MEDIUM FISICI E MENTALI -
01/09/2021 - I POTERI MEDIATICI -
01/08/2021 - Viaggio nella magia…le streghe -
27/06/2021 - Il segreto degli alchimisti -
30/05/2021 - IL VOODOO! -

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by