Stampa la Notizia

   

IL fantasma del parco

 

Cari amici e amiche,

verso la fine dell’800 a Milano si diffuse il terrore del fantasma del parco. Pare che a chi percorresse di notte i sentieri deserti intorno al castello, apparisse all’improvviso una misteriosa donna, velata e vestita di nero. Se il viandante era giovane e bello, la misteriosa figura lo avvicinava e senza dire una parola lo trascinava sotto gli alberi per un dedalo di sentieri che gli facevano perdere l’orientamento fino a ritrovarsi davanti a una villa sconosciuta. La donna, a quel punto, apriva il cancelletto e faceva entrare l’ospite nella casa, deserta e silenziosa, arredata con gusto e un certo lusso. Nella grande sala, sempre senza dire una parola, la dama prendeva tra le braccia il compagno e lo trascinava in una danza inebriante al suono di una musica misteriosa.  Sul viso aveva sempre una maschera nera. Ma chi azzardava al alzare il velo invece dei bellissimi occhi di una donna si trovava di fronte un teschio. Diavolo, donna –vampiro? Chissà! Fatto sta che non pochi furono coloro che fuggirono urlando e folli di paura verso il Castello. A nulla valsero le ricerche dello spirito maligno o della villa misteriosa. Per questo motivo, per un bel po’ di tempo nessun milanese osò più attraversare il Parco.

Chissà, se nel tempo è cambiato qualcosa…

 

Emy Dell’Aquila

di Emy DEll'Aquila

 

 

Il primo quotidiano di informazione on line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812