Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Registrazione | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

CLASSIFICAGIORNATE - RISULTATI

 

Foggia, che beffa a Salerno !
I rossoneri dominano il match fino all'espulsione di Gerbo. Nel recupero Vitale trova il jolly


di Lino Mongiello

Salerno, 23 dicembre 2018.

Natale amaro per il Foggia che esce sconfitto dall’Arechi di Salerno (1-0) dal gol di Vitale, nel secondo minuto di recupero. Sicuramente lo stop è immeritato ma va dato atto alla Salernitana di aver saputo attendere il momento propizio per colpire gli avversari. E, soprattutto per averci creduto fino in fondo sfruttando appieno la superiorità numerica. Ecco, la chiave di lettura sta proprio nella espulsione di Gerbo che ha deciso le sorti del match. Fino a quel momento il Foggia spadroneggiava e sembrava che, da un momento all’altro, avrebbe avuto il sopravvento. Il secondo giallo sventolato in faccia al centrocampista in rossonero, ha di fatto scombussolato i piani del tecnico che stava per inserire Galano e poter tentare l’assalto finale. Invece … è andata diversamente. Il Foggia ha perso, tra la delusione degli oltre 1.000 che hanno affollato il settore dedicato e sostenuto incessantemente per tutta la durata della gara. Anche la classifica, che solo sette giorni fa sembrava sorridere ai satanelli, è nuovamente diventata molto deficitaria. Fino al momento dell’espulsione il Foggia aveva dominato il match, creando due palle gol, sventate dall’ottimo Micai. Ma va anche sottolineato che, la supremazia indiscussa dei rossoneri, rispetto alla enorme mole di gioco aveva prodotto troppo poco in termini di occasioni da rete. Il neo tecnico Padalino, in tribuna per squalifica, avrà molto da lavorare in chiave offensiva e, probabilmente, dovrà ricercare delle soluzioni a centrocampo, dove mancano uomini con l’estro per innescare l’enorme potenziale in termini di attaccanti. In difesa il Foggia è costretto a rinunciare agli indisponibili Camporese e Martinelli. E all’ultimo minuto deve fare a meno anche di Tonucci. Per cui la difesa è rivoluzionata. Il reparto arretrato è affidato a Loiacono, Boldor e Ranieri. A centrocampo l’unica novità rispetto all’ultimo match, è Cicerelli per Zambelli. Confermato invece in attacco il duo Iemmello-Mazzeo. Il Foggia si presenta all’Arechi con la determinazione di voler portare a casa un risultato positivo. E sin delle prime battute s’impossessa del centrocampo, dettando i tempi di gioco. La Salernitana accusa la superiorità dei rossoneri e pensa soltanto a difendersi. Gli ospiti menano le danze ma non riescono a pungere efficacemente. I rossoneri fanno girar palla, in attesa di trovare il varco giusto e bucare la folta difesa dei padroni di casa. Il primo tentativo è del Foggia con Gerbo che serve Iemmello (6’) ma  il tiro di prima intenzione termina di poco alto. La supremazia territoriale del Foggia è evidente ma la Salernitana è ben coperta e diventa difficile trovare spazi per poter colpire. Cicerelli da una parte e Kragl dall’altra provano a sfondare ma i loro cross sono spesso fuori dalla portata degli avanti rossoneri. E proprio Kragl (27’), dopo uno scambio con Gerbo, costringe Micai ad una difficile parata su uno dei suoi proverbiali “siluri”. Solo nel finale di tempo la Salernitana prende coraggio e mette decisamente paura. Vitale cross dalla sinistra,  Boldor “buca” la sfera e Bocalon (39’) a due passi da Bizzarri calcia a colpo sicuro ma il numero uno rossonero salva d’istinto. I padroni di casa ora insistono ma, per fortuna, in modo sterile. L’ultima emozione della prima frazione la potrebbe provocare  Kragl (44’) su calcio di punizione, ma la mira è imprecisa e si va negli spogliatoi. Si riprende a giocare e le due squadre danno l’impressione di voler rinunciare ad eccessivi tatticismi e a giocarsela a viso aperto. Il Foggia sembra più deciso. Gerbo fila come un treno e serve a Mazzeo (5’) un buon assist non finalizzato. Due minuti più tardi ancora Gerbo ruba palla e consente a Iemmello di liberarsi davanti a Micai. Il tiro a colpo sicuro è però sventato da un grande Micai. Poi l’episodio della seconda ammonizione di Gerbo e della conseguente espulsione che compromette l’esito del match. Davvero ingenuo nell’occasione il centrocampista del Foggia, già graziato pochi minuti prima. La Salernitana comprende che deve giocarsi il tutto per tutto. Il Foggia, invece, appare stanco e, probabilmente, sbaglia le sostituzioni che consentono ai granata di avanzare il proprio baricentro.  Gregucci suona la carica e Bizzarri deve fare gli straordinari per evitare la capitolazione. Nel recupero la beffa.  Jallow (46’) indirizza la palla all’incrocio e Bizzarri si salva con un grande intervento. Dalla battuta susseguente dal calcio d’angolo, Vitale (47’) punisce il Foggia con un sinistro micidiale che non lascia scampo a Bizzarri. E condanna i rossoneri ad una sconfitta immeritata.

SALERNITANA - FOGGIA  1-0

Marcatore: 47’ st Vitale.

SALERNITANA (3-5-2): Micai 7; Migliorini 6, Schiavi 6 (27’ st Mazzarani 6), Gigliotti 6; Casasola 5.5 (12’ st Pucino 5.5), Akpa Akpro 5.5, Di Tacchio 6, Castiglia 5.5 (14’ st Rosina 6.5), Vitale 6.5; Jallow 6, Bocalon 5.5.  In panchina: Vannucchi, Mantovani, Anderson D., Djuric, Bellomo, Palumbo, Orlando, Anderson A., Lazzari. Allenatore: Gregucci 6.5.

FOGGIA (3-5-2): Bizzarri 7; Loiacono 6, Boldor 5.5, Ranieri 6; Cicerelli 6 (25’ st Zambelli 5.5), Gerbo 4, Agnelli 6 (39’ st Carraro s.v.), Busellato 5.5, Kragl 5.5; Mazzeo 5 (30’ st Rubin s.v.), Iemmello 6.  In panchina: Noppert, Sarri, Tonucci, Cavallini, Galano, Arena, Gori. Allenatore: Di Corcia (al posto dello squalificato Padalino) 5.

ARBITRO: Niccolò Baroni di Firenze 6;
1° assistente: Pietro Dei Giudici di Latina 6;
2° assistente: Marcello Rossi di Novara 6;
4° uomo: Valerio Marini di Roma1.

NOTE: cielo nuvoloso. Terreno in buone condizioni. Spettatori 8.000 circa (una migliaio i tifosi rossoneri). Ammoniti:  Castiglia, Schiavi, Migliorini  (S)  Boldor  (F). Espulso Gerbo al 26’ st per doppio giallo. Angoli: 5 – 4 per la Salernitana. Recupero: 1'-5'.

Nella foto l'occasione sciupata da Iemmello

 

 




 
16/01/2019 - Nicola Leali è il sostituto di Bizzarri? - Il Portiere del Perugia è...
09/01/2019 - Portiere, difensore e centrocampista. - Sono queste le posizioni su...
30/12/2018 - Il Foggia 'grazia' il Verona: 2-2 - Scaligeri due volte avanti....
28/12/2018 - Il Foggia affonda a Perugia (3-0) - Sconfitta senza attenuanti al...
23/12/2018 - Foggia, che beffa a Salerno ! - I rossoneri dominano il match fino...
18/12/2018 - Pasquale Padalino nuovo allenatore del Foggia - Lo ha comunicato...
15/12/2018 - Foggia -Cremonese 3-1 - Dopo oltre due mesi il Foggia interrompe il...
11/12/2018 - Delio Rossi il probabile sostituto di Grassadonia - Manca però la...
09/12/2018 - Foggia, crollo a Livorno: 3-1 - Rossoneri inesistenti, sconfitti ed...
04/12/2018 - Contro il Venezia, un altro pareggio del Foggia - Malgrado il gol di...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by