Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Registrazione | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

CLASSIFICAGIORNATE - RISULTATI

 

Foggia, tris al Siracusa e la vetta è più vicina
I rossoneri regolano il Siracusa con una prova di gran carattere. In gol Coletti, Agnelli e Mazzeo


di Lino Mongiello

Foggia, 29 dicembre 2016.

Con una prestazione ineccepibile il Foggia chiude il 2016 con i fuochi d’artificio ed un rotondo 3-0 rifilato al Siracusa. La compagine allenata da Giovanni Stroppa riduce così a sole due lunghezze lo svantaggio in classifica dal trio di testa formato da Matera, Lecce e Juve Stabia. E, considerata la lunga sosta prevista fino al 21 gennaio, per il Foggia ci sarà la possibilità di recuperare alcuni dei tanti calciatori che affollano l’infermeria e, soprattutto nel cercare di aggiungere qualche tassello in quei ruoli che andrebbero rinforzati. Per cui, il 2017 sarà per il club rossonero quello della possibile riscossa. Nonostante il freddo e la giornata infrasettimanale, lo Zaccheria presenta un colpo d’occhio invidiabile. Circa 8.000 tifosi di fede rossonera hanno sfidato il primo “gelo” di questo inverno. Il Foggia, dopo il pari deludente di Andria, non ha alternative diverse dalla vittoria. E i tre punti arrivano puntualmente dopo aver dominato la gara per tutti i 95’ di gioco. Il Foggia s’è dimostrato cinico e spietato e, quando è in giornata, non ce n’è per nessuno. Dopo aver sofferto per quello che è stato l’unico tiro in porta degli aritusei, capitan Agnelli e compagni non hanno mollato di un millimetro. Hanno interpretato il match nel modo giusto e, alla fine sono stati ripagati. Rispetto al precedente match di Andria, Stroppa deve far di necessità virtù. La lista di infortunati e squalificati è lunghissima e non è stato difficile stilare la lista dell’undici da far scendere in campo. Positivo, comunque, il ritorno al centro dell’attacco di Fabio Mazzeo sin dal 1’. Il Foggia parte a testa bassa e cerca di sfondare sulle corsie esterne. Rubin a sinistra e Chiricò a destra lasciano intendere che la retroguardia sicula do vrà sudare le proverbiali sette camice per tornare a casa imbattuti. Col Foggia proteso all’attacco per cercare di sbloccare il risultato, il Siracusa sciupa una ghiotta occasione per farlo spaventare. Il Foggia giochicchia pericolosamente in difesa con fraseggi in orizzontale che favoriscono gli ospiti concedendo loro la possibilità di far gol. La difesa rossonera fa di tutto per complicarsi la giornata e, da un errato disimpegno di Rubin, il Siracusa conquista il primo calcio d’angolo. Dalla battuta dal corner, con uno schema eseguito alla perfezione, Valente (11’) si trova libero da marcatura e, a botta sicura, manda la sfera a stamparsi contro la traversa. Il pericolo scampato non intimorisce il Foggia che però continua a rischiare ancora. Purtroppo spazzare via il pallone  nei momenti di difficoltà non rientra nei canoni del dna rossonero. E si rischia … Però  pian piano, il Foggia sale di tono, mette il Siracusa all’angolo e lo tempesta di uno-due che alla fine determineranno il risultato. Già Chiricò (3’) pescato in area non approfitta. Poi lo stesso Chiricò (6’) crossa in area ma né Sainz-Maza né Riverola sono puntuali all’appuntamento con la sfera. Ancora  un’azione insistita di Chiricò consente a Mazzeo (14’) di calciare a rete ma fuori dallo specchio della porta. Poi sempre Chiricò (23’) impegna Santurro nella respinta di pugno. Il Foggia costruisce tanto ma non punge. E ci vuole la prodezza individuale per schiodare il punteggio da uno 0-0 che non specifica affatto l’andamento del match. Coletti (29’), su calcio di punizione, colpisce la sfera con un effetto incredibile che sorprende Santurro. E’ il gol dell’1-0. I rossoneri non sono paghi e continuano col loro forcing. E presto ottengono  il raddoppio. Rubin serve un assist delizioso per Mazzeo pronto al tiro ma la palla colpisce il palo e rientra in campo.  Agnelli (34’) però è in agguato come un falco e la spinge in rete, siglando il 2-0. Chiricò e Rubin sulle rispettive corsie di competenza sono imprendibili e tagliano a fette la difesa dei siciliani. Riverola detta i tempi del centrocampo e serve la palla del tris a Sainz-Maza (42’) che però, tutto solo davanti a Santurro, sbaglia il pallonetto vincente. Nel frattempo la gara si incattivisce e un accenno di rissa viene gestito male dal Sig. Robilotta che ammonisce tre giocatori. Non succede più nulla fino al duplice fischio che manda i ventidue protagonisti negli spogliatoi per il riposo.  Nella ripresa il Foggia pensa ad amministrare il prezioso doppio vantaggio e, comunque, riesce subito a triplicare le marcature. Chiricò costruisce e Riverola invita Mazzeo (6’) al facile gol. Il bomber non si fa pregare e cala il tris. Il 3-0 chiude definitivamente al Siracusa ogni residua speranza di rimonta. I due Mister effettuano tutte le sostituzioni a disposizione con obiettivi diversi. Stroppa per far rifiatare e risparmiare qualche pedina importante. Sottil per tentare di scuotere i suoi uomini. L’unico a non arrendersi è Catania che tenta di impensierire Guarna (17’). La partita ormai è segnata. Al Foggia va bene così. L’obiettivo di chiudere con una vittoria il 2016 è raggiunto. Il recupero di due punti sulle battistrada pure. Adesso manca solo l’impresa da raggiungere nel 2017. E’ il miglior augurio che si possa fare al Foggia calcio e ai suoi impareggiabili tifosi.

Foggia – Siracusa 3 – 0

Marcatori:  29’ p.t. Coletti, 34’ Agnelli, 6’ s.t. Mazzeo.

Foggia: Guarna 6, Loiacono 6.5, Rubin 6 (42’ s.t. Dinielli s.v.), Martinelli 6, Coletti 6.5, Agnelli 6.5, Riverola 6.5, Vacca 6 (17’ s.t. Agazzi 6),  Mazzeo 6.5 (28’ s.t. Sarno 6), Sainz-Maza 6, Chiricò 6.5. A disposizione: Sanchez, Tucci, Quinto,  Padovan, Sansone, Pertosa, Vallario. All.: Stroppa 6.5.
Siracusa: Santurro 5, Brumat 5 (27’ s.t. Di Dio 5.5), Pirriello 5, Giordano 5.5, Dentice 5.5, Cassini 5, Toscano 5, Spinelli 5.5, Valente 5.5 (28’ s.t.  Talamo 5.5), Catania 5.5, Scardina 5 (8’ s.t. De Respinis 5). A disposizione: Gagliardini, Filosa, Sciannamè. All. Sottil 5.

Arbitro:  Ivan Robilotta di Sala Consilina 5.
1° Ass.: Arcangelo Vingo di Pisa 6.
2° Ass.: Giuliano Parrella di Battipaglia 6.

Note: Clima rigido. Terreno in buone condizioni. Spettatori paganti 8.000 circa. Ammoniti: Chiricò  (F), Spinelli, Cassini, Valente (S). Angoli: 5 – 3 per il Foggia. Recuperi: 2’ e 3’.

Nella foto il gol di Coletti dell'1-0

 

 




 
13/10/2017 - Foggia, primo brindisi in casa: 2-1 al Perugia - Vittoria meritata ma...
13/10/2017 - Foggia, prima gioia: 2-1 al Perugia -
08/10/2017 - Crollo del Foggia ad Empoli (3-1) - Nella seconda parte del match i...
01/10/2017 - Zaccheria tabù. Ennesimo pari per il Foggia (2-2) - Novara in...
23/09/2017 - Foggia, punto d'oro a Brescia (2-2) - I rossoneri sfiorano la...
19/09/2017 - Foggia esplosivo: 3 botti a Carpi - Grande reazione e prova...
16/09/2017 - Foggia, altro pari ... 1-1 col forte Palermo - I rossoneri dominano...
14/09/2017 - Matteo Rubin: Siamo determinati a riscattarci - In conferenza stampa...
10/09/2017 - Foggia, incassa altre 5 sberle ad Avellino - Passo indietro dal punto...
09/09/2017 - Altre cinque sberle, prese anche ad Avellino. - Un Foggia...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Utenti online: 354
Lettori iscritti : 4477
Ultimo lettore iscritto : melissacep
Ottimizzato 800 x 600
Sito compatible con i seguenti browser:
Microsoft Internet Explorer
Mac
Opera
Firefox
Valid CSS!
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by