Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Registrazione | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

La FLAI CGIL su Borgo Mezzanone
Il sindacato scrive con una Lettera Aperta al Ministro dell'Interno Matteo Salvini


di Gerardo Leone

Foggia , 3 maggio 2019.

Spettabili ed illustrissimi rappresentanti delle Istituzioni Italiane, La presente per rappresentarvi  tutta la nostra preoccupazione in merito alle notizie che ci pervengono circa il prossimo sgombero previsto nella così detta “pista” di Borgo Mezzanone a Foggia. Le informazioni che riceviamo sono per noi fonte di preoccupante riflessione. Probabilmente, nel prossimo sgombero, non saranno abbattuti solo manufatti abitualmente utilizzati per azioni criminali, ma saranno interessate molte abitazioni di lavoratori regolari, le quali al momento rappresentano un numero maggiore rispetto alle prime. Nei giorni scorsi gli abitanti della “Pista” si sono organizzati, hanno costituito delle rappresentanze e hanno eletto un referente, oltre ad aver istituito un organo di monitoraggio
dell’insediamento; hanno manifestato apertura al dialogo e hanno preso in considerazione l’eventualità di un trasferimento in altro luogo, ma un’azione forzata potrebbe vanificare qualsiasi sforzo in tal senso. Da molti anni la Flai Cgil di Foggia segue il percorso degli abitanti dei numerosi insediamenti spontanei nati nel nostro territorio. Quest’anno sono stati censiti seimila lavoratori regolari impiegati in agricoltura e si stima un numero simile per coloro che lavorano in nero. Molti di loro vivono proprio a Borgo Mezzanone, presso la “pista”. Le condizioni di lavoro sono ormai note a tutti ed in particolare a voi, che sicuramente avrete un quadro approfondito della situazione, forse più di chi vi sta scrivendo. Si tratta di uomini che con la paga aiutano le proprie famiglie, sanno di essere ospiti in un Paese che non è il loro, eppure l’apporto che danno alla nostra società continua ad essere latente, spesso annullato dalla condizione di sfruttatamento, maltrattatamento, intimidazione ed emarginazione in cui versano. Sono proprio queste le parole emerse dall’ultima assemblea spontanea tenutasi alla “pista”, in dodici lingue ed idiomi differenti. Gli abitanti di questo luogo sono pronti a lasciare l’insediamento; in cambio non vogliono, come molti pensano, una casa gratuita o del cibo a basso costo, vogliono semplicemente essere messi nelle condizioni di poter lavorare, come è concesso a milioni di italiani,nel contesto di un sistema integrato, fondato su corretti maccanismi di ospitalità, potenziamento dei trasporti e corretta applicazione dei contratti di lavoro. Se ben realizzato, questo sistema porterà da sé all’autodeterminazione e, di conseguenza, alla decisione spontanea di abbandonare il posto in questione. Abbattere oggi la “pista”, abbattere quei manufatti dove vivono uomini, donne e bambini, farlo proprio in questo momento in cui appare possibile avviare un dialogo attivo, a nostro modo di osservare potrebbe innescare un conflitto molto esteso. Vi chiediamo di riflettere profondamente sulla possibilità di sospendere gli abbattimenti e di instaurare un dialogo finalizzato alla ricerca di una soluzione condivisa. Molti di loro non hanno nulla, continuano a lavorare nelle nostre campagne, ed ogni giorno, ogni minuto, vengono depredati della dignità, della libertà e, sempre più spesso, della vita. Questo abbattimento forzato ruberebbe loro l’ultima cosa che ancora posseggono, la speranza. Vi preghiamo di considerare questo nostro monito e richiesta, di tener conto di quanto illustrato fino a questo punto, di effettuare una valutazione che non sia figlia solo del vostro ruolo  di
uomini e donne dello Stato, ma che consideri il vostro punto di vista in qualità di genitori, madri e padri. Nessuno priverebbe così brutalmente un figlio di quella che lui chiama “casa” senza neanche offrirgli una reale soluzione alternativa.
Con profonda stima, Distinti Saluti

Daniele Iacovelli
Segretario Generale  FJAI CGIL


 
17/05/2019 - Treno Tram Foggia - Manfredonia. - M5S: “Intervenire per potenziare...
14/05/2019 - L’UNIVERSITA’: XIII PREMIO STEFANO CAVALIERE - L’evento è promosso...
14/05/2019 - Il Foggia Calcio fuori di Play Out di Serie B - Le dichiarazionei del...
13/05/2019 - I NASTRI GIALLI contro l’incuria e il degrado - No a una burocrazia...
10/05/2019 - Futuri Manager Residenze Sanitarie Assistenziali - È questo...
09/05/2019 - ASL, Vescovado e Comuni in rete - Una Carta che impegna la rete...
08/05/2019 - Terre di lavoro. Terre di libertà. - Politiche e azioni per le...
07/05/2019 - Sii, cortese e gentile, la città è la tua casa! - La campagna di...
06/05/2019 - Nuovo mercato ortofrutticolo.Abbandonato - Nella zona industriale di...
03/05/2019 - La FLAI CGIL su Borgo Mezzanone - Il sindacato scrive con una...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by