Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Registrazione | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

STATE OF HEALTH IN THE EU


di Redazizone

Bari, 17 gennaio 2020.

“In questi anni la sanità pugliese ha registrato molti passi in avanti nel confronto con le altre regioni europee. L’Aress con il suo direttore, Giovanni Gorgoni, ha veramente dato il segno di un cambio di passo, anche per quanto riguarda la stima che il sistema sanitario pugliese sta ottenendo in tutto il mondo, in particolare nell'Unione europea. Noi ci auguriamo di poter proseguire su questa strada di netto miglioramento anche nei prossimi anni perché dopo tanti tante difficoltà del ventennio passato, finalmente la sanità pugliese si sta muovendo e si sta muovendo nella direzione giusta. E questo viene riconosciuto non solo dalla crescita nei livelli essenziali di assistenza, ma anche dalla crescita di stima generale nei nostri confronti”.
 
Così il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano questa mattina intervenendo ai lavori della conferenza pubblica “State of Health in the EU: Italy. Country Health Profile 2019”, l’evento organizzato dall’Aress in collaborazione con Commissione Europea, OCSE e Osservatorio Europeo sui Sistemi Sanitari e sulle Politiche Sanitarie. Nel corso della conferenza pubblica sono stati presentati i risultati del report 2018/2019 sulla efficacia ed efficienza del sistema sanitario italiano paragonandolo a quello di 26 Stati membri dell'UE.
 
“Il Comitato delle regioni – ha continuato Emiliano - ha approvato sia il parere sui mutamenti climatici di medio e lungo periodo, sia il parere sull'impatto della povertà sul divario energetico e di salute. Questo significa – ha concluso Emiliano - che all’Europa è ben chiaro Il nesso che esiste tra deprivazione e qualità della vita”.

Ha aperto i lavori il direttore generale dell’Aress Giovanni Gorgoni.
 
“Noi siamo onorati – ha detto Gorgoni – di ospitare in Puglia questo evento. È solo la prima edizione, le altre tre si svolgeranno a Helsinki, Stoccolma e Atene. Bari quindi è la prima tappa, è la tappa italiana per la presentazione del focus Italia. Noi ne abbiamo approfittato anche per aggiungerci qualcosa di nostro, qualcosa di pugliese, e quindi per fare il punto su uno degli aspetti principali del rapporto, ossia quello delle disuguaglianze di salute che riguardano anche un po’ l’Italia. Dalla lettura del rapporto l’Italia si dimostra come un Paese con un sistema sanitario tra i più efficaci in termini di morti prevenibili e morti trattabili, una buona assistenza primaria, capacità di trattare i tumori sopra la media europea, con i tassi di sopravvivenza che sono fra i più alti. Poi ci sono anche alcune note dolenti. La prima è legata alla preoccupazione prevalentemente sul futuro, buona parte dei decessi sono legati al consumo di alcol o di fumo, e alla cattiva alimentazione e stili di vita. È una cosa che sapevamo già e la preoccupazione in particolare è per le nuove generazioni”.
 
“C’è un’altra preoccupazione per il futuro – ha aggiunto il direttore dell’Aress – ed è quella legata al capitale umano. Abbiamo i medici più anziani d'Europa, oltre una media di 55 anni, e un uso degli infermieri ancora non adeguato soprattutto nelle aree territoriali. In termini poi di disuguaglianza abbiamo voluto sottolineare, noi come Puglia, l’aspetto del rapporto che evidenziava come l'Italia fosse anche uno dei Paesi con l'intervallo più ampio di accesso ai servizi con la disuguaglianza più elevata in termini di accesso ai servizi sanitari. Abbiamo rilevato il fatto che in Italia c'è un nord e un sud in termini di disuguaglianze di salute, un nord e sud geografico, un nord e sud all'interno della stessa regione, un nord e un sud all'interno della stessa città. Ho portato il caso dell'incidenza del diabete su Bari, una sperimentazione che abbiamo fatto come ARES che ha dimostrato che i quartieri più popolari hanno tassi di incidenza e prevalenza di diabete più alti e anche tassi tumorali più alti. Questo significa sopravvivenza più bassa e cattiva salute”.
 
“Ovviamente – ha concluso Gorgoni - la sanità può fare molto poco da questo punto di vista. Sulle disuguaglianze, la sanità impatta per un 10 per cento. Conta molto di più la politica abitativa, il sostegno al reddito, l'istruzione”.

“La Puglia è una regione molto bella che offre stili di vita sani – ha detto Caroline Costongs, Direttrice di EuroHealthNet - tuttavia i livelli di povertà e di inquinamento impattano particolarmente sui livelli di salute delle persone. E probabilmente questo è il motivo per cui le aspettative di vita sono particolarmente basse nelle regioni meno ricche. Ci sono diversi modi per migliorare la salute della popolazione e il sistema sanitario nel suo complesso. Noi lavoriamo in partnership con diverse organizzazioni in tutta europea, mettiamo insieme le migliori pratiche per poter migliorare la qualità della vita. Certo la Puglia è una regione periferica ma oggi le tecnologie ci permettono di lavorare anche a distanza. Siamo molto contenti di lavorare con Aress e con Giovanni Gorgoni”.
 


 
25/02/2020 - Convegno. Infrastrutture, Ricerca e Formazione - Sarà il Presidente...
24/02/2020 - CORONAVIRUS: In Puglia nessun allarme! -
21/02/2020 - IL PRIMATO PUGLIESE DEL MIULLI -
20/02/2020 - Vittime di culti distruttivi in Italia -
18/02/2020 - RIVOLUZIONE DIGITALE IN PUGLIA - Ancora un passo avanti...
13/02/2020 - Alla BTM la Puglia turistica a 360 gradi - Un mix di formazione,...
12/02/2020 - Atttribuite le deleghe a Giuseppe L’Abbate, -
11/02/2020 - Loredana Lipperini e Duo Baldo - Musica Civica - Il 16 febbraio, al...
10/02/2020 - Un racconto della Puglia in 34 itinerari - :” La Puglia si presenta...
06/02/2020 - E-INTERNAZIONALIZATION -
05/02/2020 - Centro Euro-Mediterraneo per il Clima -
04/02/2020 - La Puglia si racconta in 34 itinerari - Alla BIT di Milano tra...
03/02/2020 - Mediterraneo Frontiera di Pace, -
31/01/2020 - SNIM Salone Nautico di Puglia - Una grande squadra dietro ad un...
30/01/2020 - Missione compiuta della Regione Puglia - “Continuiamo a promuovere...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by