Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Registrazione | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

L'ITALIA E' IN EMERGENZA CLIMATICA
mentre il Governo non sta facendo nulla per evitare in futuro il disastro


di Tonio Soldo

Foggia, 7 maggio 2019.

Ormai alcuni giornali nazionali ormai ironizzano sul maltempo di questi ultimi giorni, polemizzando con l’attivista svedese Greta Thunberg.
Ma se fa freddo” di quali cambiamenti climatici stiamo parlando?
Ed invece gli scienziati riuniti nel Panel delle Nazioni Unite sul Climate Change non hanno dubbi: il cambiamento climatico è in atto, sta diventando una vera emergenza ed è causato dall'uomo. A dimostrarlo ci sono tutte le evidenze scientifiche e anche gli eventi climatici estremi che sperimentiamo con sempre maggior frequenza.
Insomma è giunto il tempo di uscire dalla fase negazionista, che noi ambientalisti abbiamo conosciuto per almeno vent’anni perché  le evidenze scientifiche e, soprattutto, la quotidianità dimostrano che il cambiamento climatico esiste e che sta diventando emergenza. Secondo i dati di Legambiente,  il 2018 è stato l’anno più caldo per l’Italia dal 1800. Solo lo scorso anno sono state 32 le vittime in 148 eventi estremi che si sono succeduti lungo tutta la penisola; 66 sono i casi di allagamenti da piogge intense; 41 casi, invece, di danni da trombe d’aria, 23 di danni alle infrastrutture e 20 esondazioni fluviali.
In questa fase, il nostro paese sta conoscendo il nocciolo centrale della questione del mutamento climatico, ovvero eventi estremi dal punto di vista metereologico, che registrano un clima che cambia e che sta mettendo in grave difficoltà il nostro territorio. Un territorio che peraltro è molto fragile. La questione climatica è la sfida di questo secolo. Dobbiamo assolutamente invertire la rotta, abbiamo pochissimi anni, ed è già troppo tardi.
Quello che si può fare adesso è mettere in campo una serie di azioni che da una parte riducano le emissioni, quindi aiutino a rallentare il cambiamento climaticoe dall'altra in contemporanea mettere in campo una serie di azioni di adattamento al clima che cambia.
La politica potrebbe mettere in campo alcune azioni concrete che darebbero  davvero un segnale di cambiamento :
• Iniziare a spostare le risorse. Fino a quando si continuertà a sostenere economicamente fonti inquinanti, non c’è legge che tenga, infatti ogni anno il nostro paese dà 16 miliardi in sussidi diretti o sgravi fiscali alle cosidette “fonti fossili”.
• Mettere in sicurezza i fiumi, i fianchi delle montagne e fare forestazione, in un territorio fragile come il nostro, è parte di un adattamento al clima che cambia. Queste azioni fanno sì che, se piove in maniera straordinaria, non ci siano frane con morti, feriti e danni ingenti.
• Si potrebbe approvare subito una legge contro il consumo di suolo, che è uno dei temi più importanti legati ai cambiamenti climatici, e aiutare con sussidi economici la rigenerazione urbana e la riqualificazione edilizia. Fare in modo che le abitazioni siano sicure dal punto di vista climatico e anche sismico. Non si muore né di terremoto né di clima, si muore perché le nostre abitazioni e le nostre città non sono sicure.
• Bisogna investire in maniera rapida sulla mobilità sostenibile e servono impegni urgenti e concreti.
L’Italia prenda esempio dal Regno Unito, primo Paese al mondo in cui la Camera dei Comuni ha approvato una mozione che dichiara formalmente lo stato di emergenza per il mutamento climatico.



 
15/07/2019 - La Puglia delle start up in Gran Bretagna - Occasione imperdibile di...
13/07/2019 - ANNIVERSARIO STRAGE FERROVIARIA - Dell’incidente ferroviario...
28/06/2019 - Le abitudini degli automobilisti in viaggio. - è la nuova survey...
18/06/2019 - Incontro al Paris Air Show con Leonardo - GE Avio: lavoriamo a...
17/06/2019 - International Paris Air Show. - Borraccino a Conte: “A Grottaglie...
07/06/2019 - “RIDICOLI I DATI DI BASENTINI AL PARLAMENTO - La CO.S.P. su ipotesi...
06/06/2019 - L’ambasciatrice della Repubblica Ceca in Italia -
05/06/2019 - BIRRA: ACCISE RIDOTTE DEL 40% - Firmato il decreto ministeriale per...
03/06/2019 - TORNA 'IN CAMMINO NEI PARCHI' - Nel programma anche diverse...
30/05/2019 - Vitalizi, un privilegio da abolire - Domani presenteremo proposta che...
23/05/2019 - Anniversario della strage di Capaci 23 Maggio - Fare memoria di...
21/05/2019 - Bari una delle migliori destinazioni per l'estate - L'ha scelta il...
20/05/2019 - Alla scoperta delle Case della Memoria pugliesi - Tante conferme e...
15/05/2019 - A P-ASSAGGI CE N'E' PER TUTTI I GUSTI - 20 i cuochi e artigiani del...
09/05/2019 - 10 mln di euro per la Pesca e il Calzaturiero - Si potranno...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by