Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Registrazione | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Il CO.S.P.al Governo difende l'ex Croce Rossa
Contesta il collocamento di circa 3.900 unità provenienti dalla CRI


di Onofrio D'Alesio

Roma, 6 dicembre 2018.

La delegazione trattante del Co.s.p. convocata presso la Funzione Pubblica ha rappresentato a chi oggi gestisce il passaggio dei dipendenti ex Croce Rossa Italiana nei vari Ministeri la situazione esistente, le criticità contestate, le iniziative proposte e  quelle che il sindacato metterà in campo nell’interesse dei lavoratori della Croce Rossa Italiana e delle ultime 182 unità delle quali si prevede il trasferimento entro il primo semestre 2019 in altre amministrazioni dello Stato. Critica la posizione del sindacato che ha contestato le procedure con cui  è stata disposto  il collocamento di circa 3.900 unità provenienti dalla Croce Rossa Italiana (3 mila civili+ 850 militari) nelle varie sedi ministeriali. Il Co.s.p. ha evidenziato il caso  di alcuni lavoratori che in Sicilia hanno subito il trasferimento obbligato in sedi distanti dagli abituali Comuni di residenza. Il Co.s.p. ha posto in rilievo  inadeguatezze normative e disfunzioni tra Inps e Inpdap che si tramutano spesso in danno economico a scapito dei lavoratori. In materia di inquadramento economico previsto per il personale ex CRI il Cos.p. ha denunciato la mancata corresponsione di competenze retributive invitando i vertici dell’Ente strumentale a fornire risposte urgenti ai lavoratori e al sindacato. Il Co.s.p. ha posto in evidenza le lacune del decreto legislativo n. 178/2012 per il quale esistono 32 proposte di modifica. Questo – ha spiegato il segretario nazionale Mastrulli - ci da il polso della situazione, è netta la sensazione che a pagare saranno solo i lavoratori. Il  sindacato – ha concluso il rappresentante sindacale -  continuerà a difendere i lavoratori dell’ex CRI e gli attuali dipendenti dell’Ente strumentale alla CRI, nella consapevolezza di annoverare tra le proprie fila 250 dipendenti civili ed ex militaria ai quali va la nostra stima per la loro efficienza,  professionalità  e senso di altruismo“.
 


 
11/12/2018 - SEQUESTRO SEDE CASA POUND a BARI - Emiliano Esprimo viva...
10/12/2018 - Quel corpo a corpo con il passato: Nadia Terranova - Una delle...
07/12/2018 - Ferrovie del Gargano e la Cultura della Sicurezza - La Dichiarazione,...
06/12/2018 - Il CO.S.P.al Governo difende l'ex Croce Rossa - Contesta il...
05/12/2018 - Rinnovata la partnership tra Red Bull e Lega B - Naturale quindi,...
04/12/2018 - Bomba all'auto del Comandante dei Carabinieri, - L'attentato...
01/12/2018 - Olio extravergine, in America diventa un farmaco -
28/11/2018 - Pesca, no ai giochetti politici a Bruxelles - Al Parlamento europeo...
26/11/2018 - COS.P. Rinnovo contratti: Fondi insufficienti - Sono interessati 400...
23/11/2018 - A MILANO TUTTO IL FASCINO DEI VINI DI PUGLIA - Da domani e per una...
22/11/2018 - DA WOJTYLA A BERGOGLIO E TOUR DELLE PARROCCHIE - A Trinitaolio due...
20/11/2018 - Anche a Foggia è allarme Denatalità - Lo denuncia il Popolo della...
16/11/2018 - In Puglia farà tappa 'Il Cammino della Cumbia' - Un evento unico...
14/11/2018 - I Musei raccontano la Puglia - Presentato oggi, il cartellone delle...
13/11/2018 - ASL BAT. “STABILIZZATI 103 PRECARI” - Emiliano Sto girando la Puglia...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Utenti online: 159
Lettori iscritti : 4528
Ultimo lettore iscritto : raffaelefranzese
Ottimizzato 800 x 600
Sito compatible con i seguenti browser:
Microsoft Internet Explorer
Mac
Opera
Firefox
Valid CSS!
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by