Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Registrazione | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Partita l’emodialisi a domicilio
Casa Sollievo pronta ad accogliere le richieste dei pazienti. Necessario un partner terapeutico


di Redazione

S. Giovanni Rotondo (Fg), 3 agosto 2017.

La scorsa settimana, una paziente di San Severo di 45 anni ha eseguito, con l’assistenza del marito, il primo trattamento di Emodialisi Domiciliare fornito dall’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo.

Il marito, grazie all’addestramento svolto nell’Unità di Nefrologia e Dialisi, ha eseguito alla lettera la procedura, prestando attenzione alle prescrizioni del medico. Sempre il marito si occuperà della gestione del macchinario, concesso in comodato d’uso gratuito, del filtro e delle sacche di liquido che arriveranno a domicilio. Dovrà tenere inoltre un diario mensile in cui annotare i parametri da consegnare al nefrologo per la verifica periodica.

I pazienti con uremia cronica, cioè con insufficienza renale terminale che necessitano di emodialisi, devono necessariamente recarsi in un Centro di Emodialisi per almeno 3 volte a settimana, anche 4-5 in alcuni casi. Un vincolo che limita fortemente la vita di tutti i gironi, famigliare, lavorativa e legata al tempo libero.

Con questo nuovo servizio, il paziente partecipa attivamente al processo di cura scegliendo liberamente dove e quando sottoporsi alla dialisi. Si realizzano così l’autonomia della coppia paziente-partner e l’affrancamento della dipendenza dalla struttura specialistica, che comunque è sempre a disposizione per ogni evenienza.

«Per accedere al servizio è sufficiente che ogni paziente abbia un “partner terapeutico”, un famigliare o un “caregiver” che decida di assisterlo – spiega Filippo Aucella, direttore dell’Unità di Nefrologia e Dialisi di Casa Sollievo della Sofferenza –. Sarà necessario per entrambi un periodo di addestramento in ospedale della durata di un mese circa. Completato il percorso formativo certificato, siamo pronti ad affiancarli a domicilio per le prime volte. Da lì in poi è tutto piuttosto semplice, basta seguire le indicazioni e in caso di problema contattare l’Unità di Emodialisi disponibile telefonicamente 24 ore su 24. Siamo pronti a fornire il servizio a tutti i pazienti che ne faranno richiesta».

L’Emodialisi Domiciliare ha degli indubbi vantaggi, poiché evita al paziente di recarsi in ospedale più volte a settimana e di sottostare agli orari delle prenotazioni. A domicilio se ne possono fare anche 5-6 a settimana con trattamenti della durata di 2-3 ore, comodamente sul divano, o davanti alla tv. Si può eseguire il trattamento in una qualsiasi ora della giornata, a scelta, basta svolgere le sedute con una certa regolarità fisiologica. 

«Il nuovo servizio – spiega Domenico Di Bisceglie, direttore sanitario dell’Ospedale di San Giovanni Rotondo – rappresenta un’estensione dell’Ospedale che si integra nel Territorio, per agevolare i pazienti con difficoltà a deambulare o che devono spostarsi per chilometri per raggiungere il centro più vicino. L’emodialisi a domicilio, inoltre, completa l’offerta assistenziale agli emodializzati già disponile nell’Ospedale Casa Sollievo e nei 4 centri di Monte Sant’Angelo, Manfredonia, Vieste e Rodi Garganico, che da anni assistono residenti e turisti che scelgono il Gargano per trascorrere le vacanze. L’integrazione Ospedale-Territorio – conclude Di Bisceglie – rappresenta il futuro dell’assistenza e l’Emodialisi Domiciliare non è l’unico esempio. Con l’ASL di Foggia abbiamo già realizzato, in alcuni distretti, le dimissioni protette, che consentono la restituzione precoce dell’ammalato appena guarito al suo territorio».


 
14/07/2018 - 'Estate al Parco - Al via l'attesissimo cinema all'aperto, e ancora...
13/07/2018 - Approvata dalla Corte dei Conti il Bilancio - I conti oggetto del...
12/07/2018 - I MUSEI RACCONTANO LA PUGLIA - E' il luogo dove i cittadini con le...
11/07/2018 - Emiliano ha incontrato le ragazze della “PINK BARI - vincitrice del...
09/07/2018 - STATO DI CALAMITA’ GELATE INIZIO ANNO - ANCI Puglia organizzerà una...
06/07/2018 - Papa Francesco a Bari - Rappresenta un evento storico, unico e...
05/07/2018 - Foggia, Calici Stellari: - L'eclissi di luna mette in luce la...
03/07/2018 - Reddito di Dignità - Che fine faranno i lavoratori di ARIF e SANITA'...
02/07/2018 - Il Foggia resta in B, ma partirà con meno 15 - E' questa la decisione...
29/06/2018 - “Grand tour del Gargano 3.0” - Progettato e realizzato da docenti e...
29/06/2018 - PUGLIESI NEL MONDO: - Emiliano, parteciperà sabato 30 giugno...
28/06/2018 - EMILIANO INCONTRA UNA DELEGAZIONE DELLA NIAF - la Fondazione...
27/06/2018 - Fondi per atleti paralimpici - “Finalmente attuato mio apposito...
26/06/2018 - Puglia senza nascite e senza giovani - Il Forum chiede al...
25/06/2018 - SUZANNE VEGA. al Giordano - Ritorna il Giordano i Jazz con la Summer...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Utenti online: 4829
Lettori iscritti : 4513
Ultimo lettore iscritto : raffaelefranzese
Ottimizzato 800 x 600
Sito compatible con i seguenti browser:
Microsoft Internet Explorer
Mac
Opera
Firefox
Valid CSS!
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by