Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Registrazione | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

60 anni dal trattato di Roma, tanti interrogativi
Nell’Aula di Montecitorio si è svolta oggi la celebrazione parlamentare.


di Redazione

Roma, 22 marzo 2017.

Nell’Aula di Montecitorio si è svolta oggi la celebrazione parlamentare del 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma, che ricorre il 25 marzo. Alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, si sono riuniti in seduta solenne deputati, senatori, parlamentari europei eletti in Italia, rappresentanti degli organi costituzionali e alte cariche istituzionali. Dopo gli interventi introduttivi dei Presidenti delle Camere Laura Boldrini e Pietro Grasso, il discorso del Capo dello Stato.
 
“La firma che oggi celebriamo – dichiara il deputato pugliese Giuseppe L’Abbate (M5S) – ha segnato la storia e ha raffigurato un primo passo di un processo di integrazione economica e politica che ci ha condotto dapprima alla costituzione della Comunità e, poi, all’attuale Unione Europea. Dopo così tanto tempo, è doveroso riflettere sui risultati raggiunti. A pochi anni dalla creazione della Ceca (la Comunità europea del carbone e dell’acciaio), i Trattati di Roma hanno rappresentato il passaggio fondamentale per tutti i successivi sviluppi delle relazioni pacifiche tra le nazioni europee alle prese con il drammatico secondo dopoguerra. L’obiettivo era quello di giungere a strumenti in grado di intessere rapporti tra gli Stati senza rinunciare, ognuno, alla propria sovranità. Gli accordi – continua L’Abbate – si sono cercati sulle singole materie: dal commercio intracomunitario e internazionale, alle fonti di energia sino all’introduzione di primi abbozzi di politiche comuni e coordinate in merito a settori specifici come i trasporti o l’agricoltura. Ma ciò che, in principio e nelle intenzioni, doveva essere un propulsore per l’intero continente si è rivelato un motore che gira a vuoto, una zavorra a peso morto, un obbrobrio burocratico invadente quale è oggi l’Unione Europea. Da avere al centro il cittadino – prosegue il parlamentare 5 Stelle pugliese – l’Europa è divenuta terra di conquista per il mondo bancario e finanziario, i veri protagonisti del nostro tempo che corroborano al disfacimento del sogno europeista. Alla luce dei fallimentari interventi di restauro, l’unica chance sembra essere quella di una rifondazione che parta, per l’appunto, dalle fondamenta, annullando il trattato di Maastricht e creando nuove regole – conclude Giuseppe L’Abbate (M5S) – In caso contrario, tutto l’impianto su cui si poggia l’Ue precipiterà nel baratro e rischieremo di celebrare la sua decadenza piuttosto che il suo anniversario”.
 


 
22/03/2017 - 60 anni dal trattato di Roma, tanti interrogativi - Nell’Aula di...
21/03/2017 - Cisl Foggia, Di Conza rieletto segretario generale - .“La nostra Cisl...
20/03/2017 - Consiglio regionale a San Severo - La prima volta del Consiglio...
17/03/2017 - Chiusa al Traffico veicolare la SP 141 - Lo ha deciso con una...
16/03/2017 - Congresso Territoriale Cisl di Foggia - “Per la persona, per il...
15/03/2017 - Zapponta. Allarme ponte pericolante sulla SP 141 - il Presidente...
14/03/2017 - Infezioni in sala operatoria non solo a Bari - i problemi legati alle...
13/03/2017 - I Comuni foggiani con le Ass. Comuni del Lazio - Gli studenti delle...
11/03/2017 - Una riforma per rafforzare la prevenzione - Creazione di un servizio...
10/03/2017 - La Fattoria didattica Emmaus apre le 'porte' - Percorso dedicato a...
09/03/2017 - A Vico del Gargano i test mondiali del MOC Camp - Ottima...
08/03/2017 - Per fermare la privatizzazione di Poste Italiane - Intervengono...
07/03/2017 - Vieste – Un 8 marzo per i diritti della donna - Non frivolezze e...
06/03/2017 - Nuova stazione linea Alta Capacità Bari/Napoli - Landella: afferma...
05/03/2017 - La Polizia Municipale blocca ed arresta marcochino - Aveva rubato in...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Utenti online: 2884
Lettori iscritti : 4448
Ultimo lettore iscritto : melissacep
Ottimizzato 800 x 600
Sito compatible con i seguenti browser:
Microsoft Internet Explorer
Mac
Opera
Firefox
Valid CSS!
 Questa pagina è stata letta 163042 volte
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by