Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Registrazione | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Custodire la speranza


di Rina Di Giorgio Cavaliere

La vita è davvero imprevedibile! Nessuno fra noi avrebbe mai potuto immaginare di vedere in TV Papa Francesco che, in una Roma deserta, si recava presso la Chiesa di San Marcello al Corso per pregare ai piedi del Crocifisso dei miracoli, in quel luogo custodito. Le sue parole hanno commosso tutti: «Ho chiesto al Signore di fermare l’epidemia». La preghiera, secondo gli insegnamenti di Gesù, è l’incontro di Amore con il Padre in un dialogo, che permetta di conoscere se stessi, il mistero di Dio e il Suo disegno di salvezza.

I riti pasquali, quest’anno, si celebrano a porte chiuse anche in Vaticano e senza la presenza dei fedeli a causa dell’attuale emergenza sanitaria internazionale. Per noi credenti occorre trovare forme e modi rispondenti a tale circostanza nella riscoperta dei valori legati alla Santa Pasqua. Nessuna realtà è preclusa all’esperienza della fede, se credere è allearsi con Dio, creatore e liberatore: dallo Spirito Santo, dono di Cristo Risorto, viene la vita, Egli è la fonte della libertà e dell’amore.

Gli accadimenti legati all’epidemia Covid-19 hanno posto la società e le istituzioni italiane di fronte a nuovi problemi, che interessano tutti gli ambiti della convivenza civile. L’impegno è stato oltremodo gravoso, ma di fronte all’emergenza è impossibile rimanere indifferenti e non perseverare nello sforzo. Attraversiamo un significativo cambiamento nei confronti della realtà circostante dovuto a fattori di varia natura; persino i processi delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione sono riportati nel significato autentico e positivo di progresso scientifico a servizio dell’umanità. Avvertiamo, inoltre, la necessità di essere cittadini capaci di vivere nell’ambiente e di influirvi in seguito positivamente, ampliando il concetto di spazio; da quello vicino e vissuto, a quello nazionale, europeo e planetario.

Innanzitutto siamo consapevoli delle motivazioni che ci guidano verso una coscienza religiosa più matura, per custodire “la speranza che abbiamo incontrato nella vita” (Jozef Tischner). Il tema del futuro suscita una forte eco emotiva, essendo legato a esperienze luttuose da noi vissute in prima persona. La capacità di previsione è fortemente soggettiva, influenzata dall’atteggiamento di fiducia e di speranza del credente oppure di pessimismo e di paura. Siamo di fronte a un nuovo inizio, la Santa Pasqua è un momento che può veramente divenire il lievito del nostro cammino spirituale e creare l’attitudine al raffronto continuo tra fede e vita.

E non abbiamo timore di sviluppare una spiritualità della strada con la preghiera costruita momento per momento, insieme, per incontrarci con Dio attraverso la creazione e la storia dell’uomo, divenire parte viva della Chiesa con i sacramenti della “iniziazione cristiana” (Battesimo, Cresima, Eucarestia). All’interno del cammino di conversione, proprio del mistero pasquale, approfondiremo il sacramento della riconciliazione.

 


 
24/09/2020 - La costruttiva partecipazione -
03/09/2020 - In viaggio e non per turismo -
13/07/2020 - La nostra estate 2020 -
09/06/2020 - Luogo e discorso -
15/05/2020 - Torniamo ad essere terrestri -
23/04/2020 - Storia e vissuti da valorizzare -
04/04/2020 - Custodire la speranza -
15/03/2020 - Opere pittoriche e movimenti figurativi -
23/02/2020 - Lettori per scelta -
04/02/2020 - Messaggi e media -

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by