Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Registrazione | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

CLASSIFICAGIORNATE - RISULTATI

 

Il Brescia (1-2) ferma la rincorsa del Foggia
Sesto stop interno allo Zaccheria. Inutile il vantaggio di Nicastro. Il Brescia rimonta... di rigore


di Lino Mongiello

Foggia, 24 febbraio 2018.

Brutto capitombolo interno del Foggia con il Brescia (1-2). Il sesto stop interno pesa come un macigno, soprattutto dopo le ultime belle prove dei rossoneri e le quattro vittorie di fila. Infatti, i ragazzi di Stroppa non hanno disputato una buona prestazione. E stavolta ci ha messo sicuramente del suo anche l’allenatore. Di solito si dice che squadra che vince non si tocca. Ma così non è stato. E’ vero, mancava lo squalificato Deli. E, senza nulla voler togliere al fantasista, la squadra non è sembrata affatto equilibrata. Poco dinamica soprattutto a centrocampo. Sul piano della corsa e su quello tattico, ha prevalso il Brescia. Che, seppure andato in svantaggio, ha avuto il merito di non mollare. Anzi ha decuplicato gli sforzi e, alla fine, ha visto premiare la grinta e la voglia di strappare tre punti pesantissimi per la classifica. A sbagliare è stato il Foggia. Con l’approccio soft di una gara che, invece, andava affrontata con tutt’altro piglio. La sconfitta, molto probabilmente, è molto salutare. Fa capire che non bisogna mai mollare la presa ed affrontare ogni impegno con la massima concentrazione. Basta un attimo di distrazione e si rischia di subire un colpo devastante. Di quelli che stendono e non ci si rialza più. Dalla sconfitta col Brescia, dopo averla analizzata in ogni singolo fotogramma, occorrerà ripartire e non commettere più gli stessi errori. Nella gara odierna, almeno un paio di cose non ci hanno convinto. L’esclusione di Gerbo dal 1’ e la riesumazione di Fedato. Mister Stroppa ha sicuramente sbagliato qualcosa. Almeno nella valutazione degli uomini da schierare. Poi, potrà dire di aver visto meglio in settimana un giocatore anziché un altro. Ma il campo ha detto tutt’altra cosa. Confermando almeno la maggior corsa e predisposizione di Gerbo al tipo di gara che ha preparato il Brescia, nonché l’arcinota inconcludenza di Fedato. Che la gara col Brescia sarebbe stata molto tirata si è capito sin dalle prime battute. I lombardi hanno presidiato subito e bene la zona nevralgica del campo. Pressing alto per confondere le idee al regista rossonero. Le “rondinelle” arrivavano per primi su ogni pallone e i contrasti erano sempre a loro favorevoli. Questo consentiva agli ospiti di ripartire con velocità e creare ansia nel reparto arretrato dei rossoneri. Al 3-5-2 foggiano, Mister Boscaglia ha opposto un 4-2-3-1 solido e mobile che ha creato molti problemi. La gara ha stentato a decollare e il primo tentativo a rete è stato dei rossoneri con Scaglia (11’). Ma la conclusione è terminata fuori portata. La gara è risultata alquanto spezzettata. Un paio di interventi duro, in particolare ai danni di Greco e Caracciolo, non sono stati sanzionati dal direttore di gara. Col rischio che il match potesse incattivirsi. Come detto prima, il pressing del Brescia consentiva di ripartire e di diventare pericolosi. Per cui gli ospiti hanno cercato la conclusione vincente con Embalo (25’) a sfiorare la traversa. Poi la grande occasione, passata dai piedi di Caracciolo (32’), sventata in angolo da Guarna. Ci ha provato pure Kragl (33’) dalla lunga distanza, senza precisione. Il Foggia pur non risultando brillante come nel suo standard ha dimostrato di poter ugualmente far male. E, non appena ci ha creduto di più, ha sbloccato il risultato. Scaglia ha messo la sfera sulla testa di Mazzeo e la conclusione, superando Minelli, sarebbe finita in rete ma Nicastro (37’), appostato sulla linea di porta, ha preferito dare il colpo di grazia e infilarla nella porta sguarnita. Tra le proteste dei difensori bresciani che invocavano un fuorigioco inesistente. Il Brescia ha stentato a riorganizzarsi e solo nel finale della prima frazione, ha avuto una ghiotta occasione per pareggiare. Furlan al centro per Caracciolo (46’) e il preciso colpo di testa è stato deviato da Guarna. Dopo 3’ di recupero, il Sig. Piscopo ha mandato le squadre negli spogliatoi. Alla ripresa delle ostilità, il Brescia è sceso in campo più determinato. Ma è stato il Foggia a mancare il clamoroso raddoppio. Mazzeo, involatosi sulla sinistra ha servito l’ex Zambelli (3’) che, a porta vuota, ha incredibilmente calciato alle stelle. Il mancato raddoppio ha messo le ali al Brescia. Che, da quel momento, ha dominato la scena. Su un errato disimpegno della difesa rossonera, Ndoj (20’) ha spedito la sfera a fil di palo. L’azione del Brescia è diventata tambureggiante e il Foggia, con molta sofferenza, ha evitato la capitolazione. In qualche circostanza i padroni di casa non sono riusciti a sfruttare il contropiede. La pressione del Brescia è diventata incessante e sono bastati sette minuti per ribaltare il risultato a proprio favore. Il pari + arrivato arriva grazie alla prodezza ed alla prontezza di Torregrossa (23’) che, su un cross dalla destra di Spalek, ha anticipato Camporese e messo alle spalle di Guarna. Poi Torregrossa (29’) s’è conquistato un calcio di rigore, tuffandosi davanti ad Agnelli ed ingannando l’arbitro. Caracciolo (30’) dal dischetto non ha sbagliato, completando così la rimonta. Sull’1-2, con la forza della disperazione, il Foggia ha cercato di rimediare alla situazione sfavorevole ma Agnelli (35’), su servizio di Mazzeo, ha concluso tra le braccia di Minelli. E nel finale Kragl (47’) ci ha provato dai venti metri ma la palla è terminata di poco fuori. E con l’ultimo tentativo sono svanite le possibilità di poter quantomeno pareggiare il match.

Foggia – Brescia 1-2

Marcatori: 37’ p.t. Nicastro, 23’ s.t. Torregrossa, 30’ Caracciolo (rig.).

Foggia (3-5-2): Guarna 6.5; Tonucci 6, Camporese 5.5, Loiacono 6; Zambelli 5, Agnelli 5, Greco 5.5 (27’ s.t. Fedato 4.5), Scaglia 6 (8’ s.t. Gerbo 6.5), Kragl 6, Nicastro 6 (26’ s.t. Duhamel 6), Mazzeo 5.5. A disp.: Noppert, Figliomeni, Beretta, Martinelli, Rubin, Floriano, Celli, Ramè, Calabresi. All.: Stroppa 5.5.

Brescia (4-2-3-1): Minelli 6; Coppolaro 5.5, Somma 6.5, Curcio 6, Gastaldello 6; Martinelli 6, Embalo 5 (15’ s.t. Spalek 6.5); Furlan 6.5, Ndoj  6 (34’ s.t. Bisoli s.v.), Torregrossa 7.5 (38’ s.t. Tonali s.v.); Caracciolo 6. A disp.: Pelagotti, Cortesi, Meccariello, Longhi, Cancellotti. All.: Boscaglia 6.5.

Arbitro: Fabio Piscopo di Imperia 5;
1´ Assistente: Pasquale Cangiano di Napoli 5;
2´ Assistente: Maurizio De Troia di Termoli 5;
Quarto Uomo: Matteo Proietti di Terni.

Note: Terreno in non perfette condizioni. Spettatori 10.000 circa (un centinaio i tifosi ospiti nell’apposito settore). Ammoniti: Greco, Gerbo, Tonucci (F), Gastaldello, Furlan, Coppolaro (B). Angoli: 6 – 4  per il Foggia. Recuperi: 3' - 4'.

Nella foto il gol di Nicastro

 

 




 
23/02/2020 - Foggia inesistente, battuto a Casarano (1-0) - La prova dei rossoneri...
16/02/2020 - Tre punti di rigore e il Foggia vede il Bitonto - Basta il penalty di...
09/02/2020 - Il Foggia c'è ed espugna lo Iacovone (0-1) - Il gol di El Ouazni...
02/02/2020 - Foggia-Cerignola un bel derby vinto dai rossoneri - Il contestato...
31/01/2020 - Felleca: Avanti con Ninni Corda fino alla fine - Si va avanti con il...
30/01/2020 - Pugno duro del Giudice sportivo a Ninni Corda - Intanto domenica allo...
26/01/2020 - Vince il Gravina con 2 reti contro il Foggia -
19/01/2020 - Foggia in “ripresa”: 2-0 e Nocerina al tappeto - Soltanto nella...
16/01/2020 - Foggia-Nocerima si giocherà a Porte Aperte - Accolto il ricorso del...
12/01/2020 - Pari deludente del Foggia (0-0) ad Agropoli - Rossoneri deludenti ed...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by