Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Registrazione | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

CLASSIFICAGIORNATE - RISULTATI

 

Foggia, clamorosa sconfitta a Pescara: 5-1
Distratto in difesa e sprecone in attacco. Il ritorno in B dopo 19 anni è da dimenticare


di Lino Mongiello

Pescara, 27 agosto 2017.

Lotta per circa 50’ il Foggia di Stroppa ma, all’Adriatico di Pescara, subisce un sonoro e troppo severo 5-1 che ha messo in risalto quanto sia difficile emergere nella serie cadetta. Un campionato dove i minimi errori si pagano a caro prezzo. Nella trasferta di Pescara il Foggia ha pagato un dazio oneroso nella gara che lo rivedeva in B dopo diciannove lunghi anni. A tratti la superiorità dei satanelli è stata impressionante. Ma, a fare la differenza sono stati i gravi errori in difesa ed anche in attacco. Il Pescara, sotto porta, ha quasi capitalizzato tutto. Al contrario di un Foggia apparso sprecone. Distratto in difesa e poco incisivo davanti a Pigliacelli. Che nell’occasione ha fatto un figurone, unitamente a Pettinari, autore di una tripletta. In casa rossonera ci si lecca le ferite per una mazzata imprevedibile nelle dimensioni in cui è maturata ma servirà ritornare con i piedi per terra e lavorare duro, dando sicuramente anche uno sguardo al mercato. E’ presto per dare giudizi e fare processi ma il passivo così importante subìto ha messo a dura prova  le aspettative della tifoseria. Anche se la prestazione fornita non è stata del tutto negativa. La goleada poteva e doveva essere evitata. La mancanza di concentrazione nella retroguardia dopo il 3-1 ha consentito agli abruzzesi di dilagare. Stroppa dovrà trarre importanti valutazioni dopo questa prima giornata. Dove ha espresso un buon gioco ma carente nella fase di finalizzazione e in balia degli attaccanti avversari, anche per disattenzioni banali. Non accettabili in questa categoria. In questo modo è diventato impossibile tentare di portar via punti ad una delle squadre date per favorite alla vittoria finale. Perciò, che questa sconfitta serva a riflettere e a correggere errori che non dovranno ripetersi. I mezzi per riprendersi presto ci sono tutti. Società, squadra, tecnici e tifosi. Con l’unità di intenti ci si potrà risollevare sin dalla prossima gara con l’Entella.
LA GARA: Il Foggia, col consueto 4-3-3 si presenta all’Adriatico piuttosto contratto e soprattutto in difesa mostra i limiti in esperienza. Guarna è tra i pali. Sugli esterni Gerbo e Rubin presidiano le fasce. Empereur e Martinelli controllano la linea centrale della difesa. A centrocampo a far compagnia a capitan Agnelli ci sono Deli ed Agazzi. In attacco, oltre a bomber Mazzeo, il tridente è completato da Chiricò e Fedato.  Il Pescara parte con la marcia alta e già al 3’ potrebbe far gol con Del Sole che cicca la palla servitagli da Capone. Il pressing dei padroni di casa crea non pochi problemi ai difensori rossoneri che anziché liberarsi immediatamente della palla si ostinano a giocherellare. E la compagine dell’ex Zeman ne approfitta subito. Proietti soffia la sfera a Martinelli e la serve a Pettinari (7’) che, sia pure in netta posizione di offside, l’accompagna in rete. Il Sig. Saia però non ravvisa irregolarità e il Pescara si trova così in vantaggio, costringendo il Foggia a rincorrere. I satanelli devono alzare il proprio baricentro per tentare di agguantare il pari. La loro reazione non è immediata e il Pescara potrebbe fare il bis con Brugman (13’) ma Guarna si salva respingendo in angolo. Finalmente, dopo dieci minuti di sbandamento si sveglia il Foggia. Fedato (16’) ci prova ma il tiro è centrale ed è parato con facilità da Pigliacelli. Il forcing dei rossoneri è travolgente e costringe alla difensiva i padroni di casa. Deli (20’) ha una doppia opportunità ma è impreciso davanti a Pigliacelli.  Anche Rubin (24’) tenta, inutilmente, di sorprendere l’estremo biancazzurro dal vertice sinistro dell’area pescarese. La gara è molto vivace e i capovolgimenti di fronte sono molteplici. Le due squadre si allungano e le palle gol fioccano. La difesa del Foggia lascia comunque sempre a desiderare e concede troppo spazio alle punte avversarie. Pettinari (27’) è preciso ma Guarna salva di piede il possibile 2-0. Poi il Sig. Saia “grazia” Coulibaly (29’) per un fallaccio (da rosso) su Fedato. Il Foggia insiste e va vicino al pari con Fedato (32’) e sulla respinta di, Pigliacelli, Mazzeo non riesce ad inquadrare la porta. Le ultime occasioni della prima frazione sono ancora di marca ospite con Deli (44’) e Chiricò (47’) imprecisi nella finalizzazione. Nella ripresa Zeman inserisce forze fresche ed effettua subito due cambi. Dentro Palazzi e Benali per Coulibaly e Capone. Il Foggia ricomincia col piglio giusto e con Chiricò (5’) servito da Agnelli, potrebbe pareggiare ma Pigliacelli si supera. Ci riprova ancora il folletto rossonero (9’) ma sempre Pigliacelli gli dice ancora no. Ed ecco che a sorpresa esce fuori il sornione Pescara che sferra un micidiale contropiede che vale il colpo del ko. Crescenzi se ne va sulla corsia destra, elude un “ipotetico” tentativo di tackle di Empereur e, in azione fotocopia, concede a Pettinari (11’) la ghiotta occasione per fare il bis. Il Foggia non ci sta e si riporta in avanti ma il direttore di gara, Sig. Saia, continua il suo show in negativo, negando un evidente penalty a Mazzeo (13’), “abbracciato” cordialmente in piena area da Perrotta.  Nel tentativo di riaprire le sorti del match, subisce le iniziative velenose del Pescara che triplica con un  diagonale di Benali (18’) che si stampa sul palo esterno prima di terminare in rete. Intanto continua il testa a testa tra Chiricò e Pigliacelli che si oppone ancora al 22’. Mazzeo (31’) ci crede ancora e costringe Pigliacelli alla deviazione in angolo. Il Foggia prova a ridurre il distacco ma è il Pescara a dilagare. Prima l’appena entrato Mancuso (33’) serve il poker. Poi ancora con Pettinari (35’) che realizza la tripletta, facendosi largo nella difesa formato “statuine” del Foggia e sorprendendo Guarna con un tiro impossibile. La giornata no del Foggia anche in fase realizzativa è confermata dalle conclusioni di Agazzi (41’) terminata fuori bersaglio e di Mazzeo (43’) stoppata ancora da Pigliacelli. Solo nel finale Gerbo (44’) trova il varco giusto per bucare Pigliacelli dalla distanza e siglare , finalmente, il gol della bandiera. E’ la magra consolazione di una gara si sfortunata ma complicata da se stessi.

PESCARA – FOGGIA 5 – 1

Marcatori: 7’ p.t.,  11’ e 35’ s.t. Pettinari, 18’ Benali, 33’ Mancuso, 44’ Gerbo.

Pescara: Pigliacelli 7, Crescenzi 7, Mazzotta 6.5, Coda 6.5, Perrotta 6.5, Brugman 6.5, Del Sole 6 (32’ s.t. Mancuso 6.5), Proietti 7, Pettinari 7, Coulibaly 6 (1’ s.t. Palazzi 6), Capone 6 (1’ s.t. Benali 6.5). A disposizione: Fiorillo, Ganz, Valzania, Campagnaro, Carraro, Cappelluzzo, Baez. All.: Zeman 7.

Foggia: Guarna 5.5, Gerbo 6, Rubin 6, Agazzi 6, Martinelli 5, Empereur 5, Chiricò 6.5, Agnelli 5.5 (32’ s.t. Beretta 5.5), Mazzeo 5.5, Deli 5 (19’ s.t. Fedele 5), Fedato 6 (17’ s.t. Floriano 6). A disposizione: Pelizzoli, Figliomeni,  Tarolli, Coletti, Calderini, Celli, Ramè. All.: Stroppa 5.5.

Arbitro: Francesco Paolo Saia di Palermo 4.
1° Ass.:   Marco Bresmes di Bergamo 6.
2° Ass.:   Andrea Tardino di Milano 6.
4° uomo: Andrea Mei di Pesaro.

Note: Giornata soleggiata e terreno in buone condizioni. Spettatori 15.000 circa (2.000 i tifosi di fede rossonera al seguito). Ammoniti: Perrotta (P), Agazzi (F). Angoli: 7  - 4  per il  Foggia. Recuperi: 2’ e 2’.

Nella foto un tentativo a rete di Chiricò

 

 




 
16/02/2020 - Tre punti di rigore e il Foggia vede il Bitonto - Basta il penalty di...
09/02/2020 - Il Foggia c'è ed espugna lo Iacovone (0-1) - Il gol di El Ouazni...
02/02/2020 - Foggia-Cerignola un bel derby vinto dai rossoneri - Il contestato...
31/01/2020 - Felleca: Avanti con Ninni Corda fino alla fine - Si va avanti con il...
30/01/2020 - Pugno duro del Giudice sportivo a Ninni Corda - Intanto domenica allo...
26/01/2020 - Vince il Gravina con 2 reti contro il Foggia -
19/01/2020 - Foggia in “ripresa”: 2-0 e Nocerina al tappeto - Soltanto nella...
16/01/2020 - Foggia-Nocerima si giocherà a Porte Aperte - Accolto il ricorso del...
12/01/2020 - Pari deludente del Foggia (0-0) ad Agropoli - Rossoneri deludenti ed...
05/01/2020 - Il Foggia perde la testa della Classifica - Il Fasano mette in...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by