Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Registrazione | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

CLASSIFICAGIORNATE - RISULTATI

 

Foggia è notte fonda: 0-2 dalla Vigor Lamezia
La capolista espugna lo Zaccheria e il Foggia sprofonda in classifica. Disastrosi difesa e attacco


di Lino Mongiello

Basta ed avanza un gol per tempo ad un’ottima Vigor Lamezia per espugnare lo Zaccheria. La vittoria è meritata e con una prestazione convincente, i calabresi consolidano la prima posizione in classifica. Anche lo sportivissimo pubblico foggiano alla fine della gara ha applaudito la squadra ospite e invitato la propria a lavorare di più. La sconfitta è piuttosto pesante per la compagine di Mister Padalino che, pur evidenziando qualche piccolo progresso sotto il profilo del gioco, ha mostrato ancora troppe lacune. L’undici iniziale rivisto in ben cinque undicesimi rispetto alla trasferta di Teramo non ha convinto neppure in questa occasione. Anche il 3-4-3 non appare il miglior modulo e, soprattutto in fase difensiva ha ancora messo in luce una serie innumerevole di errori che Zampaglione e Del Sante hanno sfruttato quasi al massimo. Dunque, cambiando gli uomini il prodotto non è cambiato. Evidentemente la difesa a “tre” non funziona proprio. In più va considerato che lì in avanti in tre gare il Foggia ha realizzato una sola rete. E contro la Vigor Lamezia anche il bomber Giglio ha clamorosamente mancato il gol dell’1-0 che forse avrebbe indirizzato le sorti della gara su altri binari. Il rientro di Quinto ha garantito almeno al centrocampo maggior qualità e in coppia con Agnelli ha mantenuto abbastanza bene le redini del gioco ma se analizzassimo la prestazione dei singoli sulle fasce converrebbe stendere un velo pietoso. Sicuramente tutti i vari elementi a  disposizione di Padalino che si sono avvicendati nei ruoli di esterni non hanno per nulla convinto. E quando non si hanno elementi capaci di interpretare al meglio certi schemi tattici si rischia di essere  autolesionisti nell’insistere. Un solo punto in tre partite è un bottino decisamente negativo che anche il tifoso più pessimista mai avrebbe pronosticato. Pur essendo ancora alla terza di campionato per il Foggia è quasi notte fonda e la dirigenza rossonera non trascorrerà una buona settimana per cercare di trovare una soluzione alla difficile ed inimmaginabile situazione. La Vigor Lamezia deve costituire un esempio di come affrontare le gare. Attenta ed ordinata in difesa. Aggressiva, concentrata e con le idee chiare a centrocampo. Implacabile in attacco. E con un portiere “super” tra i pali. E a dispetto delle “rivoluzioni” nelle rose va segnalato che i calabresi, rispetto alla compagine che lo scorso anno ha evitato i playout solo all’ultima giornata, l’hanno rinnovata in ben sedici elementi ! Schierando una squadra con un’età media di poco al di sotto dei 24 anni. Mister Padalino, dopo la scoppola di Teramo, ha rivoluzionato la squadra. Fuori Sciannamè, Loiacono, Savarise, Venitucci, Agostinone e Leonetti e passaggio al 3-4-3. Sull’altra sponda il tecnico lametino ha risposto con il consueto 4-2-3-1 che nel corso della gara si trasforma in un solido 4-4-2. La prima frazione non è stata poi giocata così male dai rossoneri ma sicuramente gli ospiti ci sono piaciuti di più. Attenti ed ordinati in difesa. Aggressivi a centrocampo. Quasi implacabili in attacco. E con un portiere “super” tra i pali. Ma basta rivedere le precedenti gare del Foggia per trovare le “misure” giuste per fargli il “cappotto”. I rossoneri, poco incisivi sulle corsie esterne non hanno quasi mai trovato i varchi in profondità per le punte e, quelle poche volte che riuscivano a “saltare” l’avversario, rimediavano brutte figure con cross a dir poco “sbilenchi”. Dall’altra parte Scarsella e Romano riuscivano a velocizzare l’azione di ripartenza e ai quattro più avanzati bastavano pochi tocchi per poirtarsi pericolosamente dalle parti di Micale.  La prima occasione dei calabresi è mancata da Zampaglione (15’) che approfitta di uno svarione di Grea ma si fa respingere il tiro da Micale. Sugli sviuluppi di un calcio di punizione anche il Foggia ha l’opportunità per sbloccare il risultato ma Rosti compie un doppio “miracolo” sulle conclusioni ravvicinate di Giglio e Filosa (20’). La Vigor Lamezia non si scompone e nel finale di tempo passa in vantaggio, dopo averlo mancato con il colpo di testa di Del Sante. Lo stesso centravanti ospite (41’) si fa perdonare dell’errore precedente e (43’) realizza un gran gol dopo uno scambio con Mangiapane. Nella ripresa il Foggia parte a testa bassa e spesso in modo confusionario. Agnelli prova diverse soluzioni individuali ma è impreciso nella mira. Cavallaro (11’) si fa vedere con un diagonale che fa la barba al palo. E poi c’è ancora super-Rosti a negare l’1-1 al neo entrato Agostinone (22’), tutto libero in piena area. Il Foggia è alla disperata ricerca del gol del pari e la Vigor Lamezia attende il momento propizio per sferrare il definitivo colpo del ko. Sulle corsie esterne la presenza di calciatori in maglia rossonera è “statuaria” e Rondinelli e Zampaglione affondano su entrambi i lati. Proprio quest’ultimo ruba palla a Quinto e dopo un veloce scambio con Scarsella, si ritrova davanti a Micale e stavolta lo supera con un diagonale diretto verso il palo più lontano. E’ il gol che chiude la gara e la terza “firma” consecutiva dell’attaccante lametino nel tabellino dei marcatori. Al triplice fischio del Sig. Prontera, sportivamente, gli ospiti ricevono gli applausi dello Zaccheria. Per il Foggia, invece, è notte fonda.
FOGGIA – VIGOR LAMEZIA 0 – 2

Marcatori: 43’ p.t. Del Sante, 39’ s.t. Zampaglione.

Foggia: Micale 6, Grea 5 (12’ s.t. Agostinone 6), Filosa 5.5,  Agnelli 5.5, Pambianchi 5,  D’Angelo 5.5, Licata 5, Quinto 6, Giglio 5 (37’ s.t.  Venitucci s.v.), Cavallaro 6, Zizzari 5.5 (20’ s.t. Leonetti 5.5). A disposizione: Monaco, Sciannamè, Loiacono, Savarise. All. Padalino 5.

Vigor Lamezia: Rosti 7.5, Rapisarda 6.5, Malerba 6 (35’ s.t. Gona s.v.), Scarsella 7, Marchetti 6, Gattari 6.5, Zampaglione 7, Romano 6.5, Del Sante 7, Mangiapane 6.5 (26’ s.t. D’Amico 6), Rondinelli 6.5. A disp. Bibba, Strumbo, Perrino, Torcasio, Padulano. All. Costantino 7.

Arbitro:  Alessandro Prontera di Bologna 6.
1°Ass.:    Tiziano Barcaglioni di Jesi 6.
2°Ass.:    Francesca Di Monte di Chieti 6.

Note: Giornata estiva. Terreno in buone condizioni. Spettatori paganti 2.500. Ammonito: Grea. Espulso Licata al 46’ s.t. per doppia ammonizione. Angoli:  9 – 3 per il Foggia. Recuperi: 1’ e 4’.

Nella foto il clamoroso gol mancato da Giglio

 

 




 
16/02/2020 - Tre punti di rigore e il Foggia vede il Bitonto - Basta il penalty di...
09/02/2020 - Il Foggia c'è ed espugna lo Iacovone (0-1) - Il gol di El Ouazni...
02/02/2020 - Foggia-Cerignola un bel derby vinto dai rossoneri - Il contestato...
31/01/2020 - Felleca: Avanti con Ninni Corda fino alla fine - Si va avanti con il...
30/01/2020 - Pugno duro del Giudice sportivo a Ninni Corda - Intanto domenica allo...
26/01/2020 - Vince il Gravina con 2 reti contro il Foggia -
19/01/2020 - Foggia in “ripresa”: 2-0 e Nocerina al tappeto - Soltanto nella...
16/01/2020 - Foggia-Nocerima si giocherà a Porte Aperte - Accolto il ricorso del...
12/01/2020 - Pari deludente del Foggia (0-0) ad Agropoli - Rossoneri deludenti ed...
05/01/2020 - Il Foggia perde la testa della Classifica - Il Fasano mette in...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by