Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Registrazione | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

CLASSIFICAGIORNATE - RISULTATI

 

Foggia, primo brindisi allo Zaccheria
In rimonta i rossoneri di Mister Padalino ribaltano lo svantaggio iniziale con Quinto e Giglio


di Lino Mongiello

Foggia, 23 settembre 2012.

Il Foggia soffre ma alla fine  riesce a battere la Fortis Trani al termine di una gara dai due volti. Prima va sotto di un gol dopo soli 3’ pagando  a caro prezzo l’unica distrazione della giornata. Poi domina largamente la prima frazione riuscendo a pareggiare i conti con Quinto. Infine, nella ripresa scende di tono ma, col guizzo di Coccia  e la prodezza del bomber Giglio, conquista la prima vittoria allo Zaccheria. Per quel che s’è visto sul rettangolo di gioco, è risultato un netto divario tecnico tra le due compagini. Sicuramente la squadra di Padalino ha confermato i progressi mostrati nella trasferta di Taranto e già nel primo tempo avrebbe potuto e dovuto chiudere la gara. Invece, nella ripresa ha “sbattuto” contro il  “muro di pietra tranese” ed aspettare l’invenzione del duo Coccia-Giglio per poter brindare al primo successo. Sull’altra sponda il Trani, dopo il cambio tecnico avvenuto in settimana, è salito allo Zaccheria con il chiaro intento di tornare a casa imbattuto. Con la mentalità delle squadre di categoria. Abituate a “vivacchiare” nelle zone calde della classifica. Eccessivamente rinunciatario e ostruzionistico. Sempre pronto a sfruttare la minima occasione per perdere tempo ed innervosire gli avversari. Ma, alla fine, il risultato ha favorito chi effettivamente meritava la vittoria. Mister Padalino conferma l’undici iniziale di Taranto e il consueto 4-4-2. Allo stesso schema, ma con intenti diversi, s’affida Squicciarini, il neo tecnico tranese. Padalino in settimana aveva detto di temere gli ospiti e le sue sensazioni diventano ben presto realtà. Non c’è neanche il tempo di studiarsi che il Trani passa inaspettatamente in vantaggio. La consueta doppia distrazione difensiva consente a Santaniello (3’) di spingere la sfera in rete sfruttando il cross basso dalla destra di Germano. Il Foggia però, dopo qualche minuto di smarrimento, comincia a riorganizzarsi e a macinare gioco. In difesa, nonostante l’incertezza dei minuti iniziali, non si sbaglia più. A centrocampo Quinto, in giornata positiva, e Agnelli (festeggia il compleanno), dettano i tempi di gioco, disponendo e impossessandosi della zona nevralgica del campo. Sulla linea esterna di sinistra Coccia fila come un treno e porta scompiglio nell’area tranese. Ad ogni sua iniziativa corrisponde un pericolo per la porta difesa da Sestile. Ben tre sono i tentativi nel primo quarto d’ora che fanno venire i brividi agli ospiti. Sul primo (9’), da buona posizione, la conclusione è deviata in angolo. Sulla seconda (10’) “imbeccato” da Quinto perde l’attimo giusto per battere a rete. Infine, sul terzo (15’) tenta la soluzione spettacolare, in rovesciata, ma la palla sorvola di un “niente” la traversa. Una cosa è certa: in campo c’è solo il Foggia. A dominare. L’unico rimprovero che si può fare ai ragazzi di Padalino è di pensare più alla sostanza che all’estetica e di palesare maggior cattiveria e determinazione negli ultimi sedici metri. Troppi i tocchi di palla in una categoria dove bisogna badare al sodo. Il Foggia, comunque, costringe il Trani alla difesa ad oltranza. A colpire ci prova pure Giglio (20’) con un diagonale troppo angolato che sfiora il palo. I rossoneri collezionano corner in serie e proprio sulla quinta battuta dall’angolo, Quinto  realizza il gol del meritato 1-1 dopo che Giglio di testa aveva “pizzicato” la sfera. Il Foggia continua nel suo forcing e agli ospiti non rimane altro che arretrare per difendere ad oltranza il “fortino” eretto davanti a Sestile. Ancora Giglio (28’) prova a centrare la porta avversaria ma il tiro a “girare” termina di poco fuori. Così come i tentativi dalla distanza di Agnelli (30’) e La Porta (40’) non hanno fortuna. Ma il Foggia della prima frazione è da applausi. Scroscianti. Nella ripresa, almeno nel primo quarto d’ora, il Foggia costruisce ancora due nitide palle-gol, non sfruttate da Agostinone (12’) che tutto solo davanti a Sestile inspiegabilmente non calcia a rete e da Coccia (13’) che non rischia la battuta al “volo”. Dopodiché i ragazzi di Pasquale Padalino quasi si spengono. Il possesso di palla è nettamente a loro favore ma non riescono ad affacciarsi pericolosamente dalle parti di Sestile. Il Foggia non riesce a penetrare sulle fasce. La stanchezza comincia ad affiorare e non si riesce a trovare il varco buono. Anche perché il Trani ha ancor più serrato le già strette “maglie” della rete difensiva. Il Mister rossonero gioca le carte Palazzo (24’) e Niang (33’) ma il Trani, tutto riversato all’indietro a proteggere il prezioso pari continua a chiudere bene ogni spazio. A questo punto solo un’invenzione personale può decidere le sorti del match. Così ci pensa Coccia con uno dei suoi “spunti” in velocità a scardinare la “cassaforte” del Trani. La sua progressione sulla fascia di competenza crea la superiorità numerica e l’invito per l’accorrente Giglio è di quelli da non lasciarsi sfuggire. Infatti il bomber rossonero (37’) anticipa il diretto avversario e di piatto gonfia la rete. E’ il gol-partita, spettacolare, che consente al Foggia di intascare i tre punti. Meritati. Nel finale ci provano, senza fortuna,  Niang (47’) e La Porta (49’), ad arrotondare il punteggio E ora c’è la possibilità di sfruttare il doppio turno interno con la Battipagliese per avvicinarsi alla vetta della graduatoria. Sperando che sia la volta buona affinché  possa essere della gara anche il pubblico rossonero.


ACD FOGGIA –  FORTIS TRANI  2 – 1
 
Marcatori: 3’ p.t. Santaniello, 24’ Quinto, 37’ s.t. Giglio.

Acd Foggia: Mormile 6, Basta 6.5, Villani 6, Agnelli 6.5, Loiacono 6.5, Esposito 6.5, Coccia 6.5 (39’ s.t. Tommaselli s.v.), Quinto 6.5 (33’ s.t. Niang 6), Giglio 6.5, La Porta 6, Agostinone 6 (24’ s.t. Palazzo 6). A disposizione: Leo, Cassandro, La Torre,  Ferrante. All. Padalino 6.5.

Fortis Trani:  Sestile 5.5, Piccirillo 5.5, Miraglia 5.5, Micallo 6, Lo Masto 5.5, Germano 6, Costanzo 5.5 (3’ s.t. Camozza 5), Vicentin 5.5, Ricco 5.5, Santaniello 6. A disposizione: Cannone, Caputo, D’Ambrosio, Gesuito, Batoli, Zummo. All. Squicciarini 5.5.

Arbitro:  Vincenzo Fiorini di Frosinone 6.
1°Ass.:  Simone Maria Menicocci di Albano Laziale 6.
2°Ass.:  Teodoro Iacopino di Albano Laziale 6.

Note: Giornata di sole e temperatura mite. Terreno in buone condizioni. Gara disputata a porte chiuse per disposizione del Prefetto di Foggia. Ammoniti: Quinto (F), Ricco (T). Angoli: 11  – 0 per il Foggia. Recuperi: 2’ e 6.

 

 




 
16/02/2020 - Tre punti di rigore e il Foggia vede il Bitonto - Basta il penalty di...
09/02/2020 - Il Foggia c'è ed espugna lo Iacovone (0-1) - Il gol di El Ouazni...
02/02/2020 - Foggia-Cerignola un bel derby vinto dai rossoneri - Il contestato...
31/01/2020 - Felleca: Avanti con Ninni Corda fino alla fine - Si va avanti con il...
30/01/2020 - Pugno duro del Giudice sportivo a Ninni Corda - Intanto domenica allo...
26/01/2020 - Vince il Gravina con 2 reti contro il Foggia -
19/01/2020 - Foggia in “ripresa”: 2-0 e Nocerina al tappeto - Soltanto nella...
16/01/2020 - Foggia-Nocerima si giocherà a Porte Aperte - Accolto il ricorso del...
12/01/2020 - Pari deludente del Foggia (0-0) ad Agropoli - Rossoneri deludenti ed...
05/01/2020 - Il Foggia perde la testa della Classifica - Il Fasano mette in...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by