Cerca nelle notizie:  
Redazione | Disclaimer | Registrazione | Mappa sito | Links | Segnalazioni | Contattaci

 

Nuovo farmaco orale per l'Epatite C
Sperimentato con successo presso la Casa Sollievo della Sofferenza


di Giulio Siena

S.G.Rotondo, 23 aprile 2013.

Presso l’Ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo é stata sperimentata una nuova molecola efficace sul virus dell'Epatite C.
Il New England Journal of Medicine  ne ha consacrato il successo terapeutico.
La sperimentazione é stata condotta presso l'Epatologia dell’Ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo dalla dottoressa Alessandra Mangia e dal suo gruppo.
L’articolo pubblicato oggi dalla più prestigiosa rivista medica internazionale dimostra l’efficacia della terapia senza interferone nei pazienti con epatite cronica da HCV.
L’Epatologia di San Giovanni Rotondo  ha partecipato come unico centro italiano e fra i 3 in Europa allo studio iniziato lo scorso anno e durato 6 mesi. Il farmaco sperimentato nello studio, di nome sofosbuvir, è un inibitore della polimerasi, un’enzima dell’HCV essenziale per la replicazione del virus. Il sofosbuvir appartiene alla classe degli inibitori diretti del virus HCV, somministrato per uso orale è capace di ottenere, in combinazione con la sola ribavirina, la guarigione dal virus in percentuali simili a quelle ottenute con la combinazione di interferone peghilato e ribavirina.
Lo studio dimostra che nei pazienti con genotipo 2 le risposte sono più elevate che nei genotipi 3. La presenza di cirrosi si associa ad una modesta riduzione della risposta.
Nei pazienti con genotipo 1, 4 e 6, il sofosbuvir  in combinazione con PegIFN e Ribavirina per solo un mese ha portato ad altissime percentuali di successo. Il farmaco dovrà essere registrato presso l’ente regolatorio americano, FDA  e a quello europeo EMA. Si spera che queste procedure si possano concludere nel 2014 portando quindi alla rimborsabilità.
Intanto, l’Unità di Epatologia di San Giovanni Rotondo sta sperimentando lo stesso farmaco in combinazione con un’altra molecola,  senza interferone, anche nei pazienti di genotipo 1.
Gli inibitori diretti del virus HCV sono i farmaci su cui la ricerca internazionale punta nei centri di eccellenza nel mondo.  Siamo nel mezzo di una vera rivoluzione che porterà nell’arco di 5 anni alla possibile eradicazione del virus nella maggioranza dei pazienti infetti. Nell’arco di un decennio ci si aspetta pertanto un calo progressivo di cirrosi, cancro del fegato e numero di pazienti che effettuano un trapianto con conseguente riduzione della morbilità e della mortalità correlate al virus dell’epatite C.

 


 
04/08/2020 - AD ORSARA LE FAVOLE MEDITERRANEE - Ospiti del Festival dei Monti...
28/07/2020 - Lotta alla dispersione scolastica, a Foggia - La proposta formativa...
13/07/2020 - SERVIZIO ELICOTTERISTICO FOGGIA-TREMITI - Aumentano i collegamenti...
11/07/2020 - Serra Marjiuana a Torremaggiore. - GdF. i baschi verdi della...
01/07/2020 - Foggia: sarà riorganizzato il Mercato del Venerdi - Creata una task...
25/06/2020 - PALAZZO DOGANA NELLA STORIA DELLA TRANSUMANZA - Presentata alla...
23/06/2020 - VIAGGIARE IN TRENO IN PUGLIA NELL’ESTATE 2020 - L’offerta estiva...
22/06/2020 - Amministratori sotto tiro! - riferito agli atti intimidatori e di...
19/06/2020 - COVID: APPROVATO PIANO POSTI TERAPIA INTENSIVA - Lo sforzo in corso...
18/06/2020 - PIU' SPAZIO AI COMMERCIANTI - Aiutare e sostenere i primi...

[Guarda tutto l'archivio     

 

Google
BING Search
TORNA INDIETRO| Stampa questa notizia | Invia in email questa notizia || VAI AD INIZIO PAGINA 
Il primo quotidiano di informazione on-line di Capitanata.
Stampa Sud: Reg. Trib.di Foggia - R.P. 7/74. Tutti i Diritti Riservati
Direzione e Redazione: Via Luigi Rovelli, 41 - 71100 Foggia. Tel e Fax +39.0881.744812
La collaborazione a qualsiasi titolo deve intendersi gratuita.
Segnalazioni :

 

Web Publishing ®2005 - www.stampasud.it - All right Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale. Disclaimer
 
developed by